Montebello e la leggenda del Castello

Montebello e la leggenda del Castello

A Montebello, frazione del comune di Poggio Torriana, c’è un antico castello medievale davvero misterioso che custodisce segreti e leggende imperdibili.
Una storia tramandata nei secoli racconta di una bambina di nome Guendalina, che scomparve tra le mura di questo castello.

Guendalina Malatesta, nata intorno al 1370, figlia di Ugolinonuccio feudatario di Montebello, era albina e aveva occhi e capelli azzurri.
Per questo motivo venne soprannominata Azzurrina e nascosta al mondo perché ritenuta simbolo di grande sventura secondo le credenze popolari dell’epoca.
La leggenda si sviluppa intorno ad un aneddoto: il 21 giugno del 1375, giorno del solstizio d’estate, mentre Azzurrina stava giocando a palla sotto gli occhi delle sue guardie del corpo, scivolò nella ghiacciaia del castello e non venne più ritrovata.
Così negli anni si è alimentata una leggenda unica e si dice che ancora oggi si sentano i lamenti e le urla della bambina.

Non solo storie, il Castello di Montebello domina l’intera valle della Marecchia e poggia sul picco del monte a circa 436 m di altitudine. Tra i suoi tesori si trovano mobili di gran pregio risalenti al 1300 fino al 1700, tra cui spicca una cassa dipinta risalente addirittura alle crociate.

Pubblicata il 03/12/2020

Torna alla pagina precedente